pellegr top

sett cond top

Metti in circolo il s/tuo amore

 

"Il tuo e il mio sono fredde parole"

S.Giovanni Crisostomo

Settimane di Condivisione

Chi

Classi scolastiche delle scuola superiori della città (in particolare classi terze) con giovani credentie non che vogliono vivere un'esperienza qualificante di vita comunitaria, secondo i valori e l'ispirazione del Vangelo.

Come

Dalla Domenica dopo cena (ore 21,30) al Venerdì prima di cena (ore 20), una settimana in cui sperimentare il gusto di condividere la vita con i compagni di classe guidati da 4 o 5 giovani animatori (maschi e femmine tra i 20 e 30 anni, che dormiranno nelle camerate con i ragazzi) e da un sacerdote, mantenendo gli impegni della vita ordinaria, ma vivendo e gestendosi insieme con uno stile di servizio econdivisione. I pasti sono preparati da 0alcune signore volontarie e dagli animatori. Il senso dell'esperienza sta nella condivisione piena della giornata, che si cercherà di trascorrere insieme il più possibile.

Perché

Vivere la bellezza di incontrarsi in profondità come classe e come persone, per credere nell'amicizia e nella solidarietà, come uomini e donne convinti che stupirsi dell'altro (e dell'Altro..), incontrandosi e scambiandosi ognuno le proprie ricchezze, sia una via privilegiata per la maturità e la felicità.

Quando

Durante l'anno scolastico (non è una vacanza, né un camposcuola..), mantenendo i propri impegni di studio, anche se è un'esperienza extra-scolastica.

Dove

All'ultimo piano del Seminario di Senigallia (Scuola media Mercantini) per i pasti e le notti, alla Casa della Gioventù (p.zza del Duomo,v. Testaferrata 13) per i pomeriggi. Alla Casa della Gioventù, attrezzata per lo studio e lo svago (sale studio, computer, internet, biliardino, TV, ping pong..) si potranno invitare amici, ma non in Seminario.

Struttura della giornata e della settimana

Al mattino momento di riflessione/preghiera con lettura di un brano di Vangelo (15 min ca.) e scelta di una frase del brano da portare nel cuore e nel pensiero lungo la giornata. Chi non è credente vivrà e parteciperà a questi momenti come occasione di riflessione e approfondimento su un testo, il Vangelo, che rimane comunque importate e stimolante. Colazione insieme e poi a scuola (da gestire bene, senza scuse riguardo compiti e interrogazioni..). Rientro per pranzo (preghiera di benedizione del pasto), servizi (cucina, bagni, camere ecc.) ed eventuale riposo. Dalle 15 circa trasferimento per lo studio per tutti alla Casa della Gioventù (non si può rimanere il pomeriggio in Seminario) fino alle 20 circa. Alle 19,20 gli animatori parteciperanno alla Messa feriale dei giovani in Duomo, alla quale potrà liberamente partecipare chi vuole. Ognuno svolgerà i propri compiti di scuola e i propri impegni sportivi e ricreativi, nei quali ci si gestirà autonomamente. I dopo cena si passeranno insieme in Seminario in semplicità. La serata si conclude alle 22,15 con un tempo di meditazione/preghiera (45 min./ 1h ca.) in cui ognuno "condividerà" la giornata trascorsa, prendendo spunto anche dal Vangelo letto al mattino. Alla notte si deve dormire, senza scherzi o altro, perché al giorno c'è scuola e lavoro sia per i ragazzi che per gli animatori. La settimana si conclude il Venerdì pomeriggio per tutti con la S.Messa alle 19,20 in Duomo, a cui si potranno invitare genitori e amici.

Notizie tecniche

Portare lenzuola, asciugamani e tutto l'occorrente per la gestione personale. Si chiederà ad ognuno un contributo complessivo di 50 euro (chi ha problemi economici, parlandone privatamente con il sacerdote responsabile, darà quanto può).